Tranilvania on the road: itinerario di 5 giorni!

Un viaggio improvvisato, 4 amiche, 5 giorni, 1 auto a noleggio, 1000 chilometri on the road, 3 hotel diversi, innumerevoli risate: ecco il nostro viaggio in Transilvania!

Avendo 5 giorni a disposizione, abbiamo deciso di esplorare la Transilvania, certamente la regione più conosciuta della Romania, tralasciando la capitale Bucarest e le altre regioni rumene a malincuore.

Transilvania, Romania

Scommetto che appena letta la parola “Transilvania”, la prima cosa a cui avete pensato è stata questa: Dracula, vampiri e lupi mannari. Non è così? Ma in questa terra di leggende, culti e tradizioni, sono tantissime le cose da vedere e, ad essere sincera, mai avrei pensato di incontrare un paese così bello!

La parte più bella di un viaggio itinerante? Per me, è proprio il viaggio stesso. Attraversare in auto le colline con i colori dell’autunno, i piccoli villaggi di contadini, le casette tutte colorate, con le croci ortodosse dipinte in tutte le facciate, le signore che attingono l’acqua dal pozzo, i carretti trainati dai cavalli e le vecchiette sedute fuori dalla porta… Tanta bellezza, ma anche tanta malinconia, in questi villaggi rimasti fermi nei secoli.

Ma non vi nasconderò che ho visto anche tanta povertà, tanta disparità sociale, un paese che per anni è stato chiuso sotto ad una dittatura comunista, ma che fortunatamente non ha mai distrutto lo spirito e la cultura del popolo rumeno. Un paese che sta cercando di crescere. In questo viaggio, mi è sembrato di tornare indietro nel tempo.

Sibiu, Trasilvania

Ecco qua, quindi, il nostro ITINERARIO DI 5 GIORNI IN TRASILVANIA!

Giorno 1: Arrivo all’aeroporto di Bucarest in mattinata, ritiro auto a noleggio e partenza per il Monastero di Cozia, proseguendo poi fino a Sibiu (1 notte a Sibiu).   Circa 4 ore e 30 min. di auto da Bucarest a Sibiu, più le soste.

Molto carino il Monastero di Cozia: merita una visita! L’ingresso è gratuito. Nei dintorni del Monastero, ci sono bancarelle con cibo e dolciumi tipici, ma attenzione: nessuno ha il POS per il bancomat e non abbiamo trovato sportelli per prelevare. Quindi per mangiare, o andate in un ristorante (ma chiedete sempre se hanno il POS prima di sedervi), o ricordatevi di fare bancomat nei paesi prima (o addirittura all’aeroporto, nonostante i tassi di cambio non convenienti)!

Dopo il Monastero, abbiamo seguito la strada (immersa in paesaggi autunnali meravigliosi), fino a Sibiu, dove abbiamo passato la notte.

Sibiu è una città sassone, fondata nel 1190, ed è considerata una delle città più belle di tutta la Transilvania: perdetevi tra le sue stradine del centro storico, non ve ne pentirete!
Qui potete trovare sportelli bancomat, supermercati e tutto ciò di cui avrete bisogno.

Giorno 2: Sibiu – Richis – Biertan – Sighisoara (1 notte a Sighisoara).  Circa 2 ore di auto da Sibiu a Sighisoara, più le varie soste nei borghi medievali.

Dopo aver finito di visitare Sibiu, siamo partite per Sighisoara, attraversando i paesini rurali di Richis e Biertan.

Quest’ultimo, patrimonio UNESCO, è un villaggio fortificato tra i più importanti della Romania. Merita la visita.

Biertan, Transilvania

Sighisoara, famosa per esssere la città natale del conte Vlad, l’impalatore, in realtà non ha niente di vampiresco. Il suo borgo medievale, è considerato tra i più belli e romantici di tutta la Romania! 

Giorno 3: Sighisoara – Viscri – Fagaras – Sinca Veche – Brasov (2 notti a Brasov).   Circa 2 ore e 20 min. di auto da Sighisoara a Fagaras, passando per i borghi, oltre le soste.

paesaggio Rumeno

Il viaggio in auto per arrivare a Viscri è stupendo, vi regalerà tantissime viste mozzafiato.

Viscri: il paese fuori dal tempo. Vi sembrerà di tornare nel 700 in questo villaggio a dir poco meraviglioso! Appena lasciate la statale, la strada diventa bianca e polverosa, non promettendo nulla di buono. Ci si allontana sempre di più dalla civiltà, incontrando qualche oca lungo la strada ghiaiata e qualche carretto trainato da cavalli. Ma poi si arriva in questo paese, isolato dal mondo e fermo da secoli, rimanendo incantati.

Sulla collinetta in mezzo al paese, si alza l’antica chiesa fortificata. All’ingresso della fortezza, incurante del passare del tempo, vi accoglierà una vecchia signora: la custode della chiesa, una delle poche sassone superstiti che, mentre aspetta di raccontare la storia del posto ai pochi turisti, lavora a maglia.

Da Viscri ci siamo dirette a Fagaras, dove abbiamo pranzato. Da qui, tramite una deviazione, abbiamo raggiunto Sinca Veche: un santuario dentro ad una grotta, un piccolo tempio in mezzo alla foresta, frequentato da molti credenti. E’ carino, ma sinceramente non vale la pena fare questa deviazione ….

Siamo poi arrivate a Brasov, che è stata la nostra base di partenza per due notti.

Brasov è la città più grande della Transilvania, circondata dai Carpazi e con un pittoresco centro storico. Una funivia vi porterà fino alla fortezza di Brasov, ma sfortunatamente non abbiamo avuto abbastanza tempo per visitarla! 

4 giorno: Castello di Bran – Fortezza di Râşnov – Harman e Prejmer (Chiese fortificate – patrimonio UNESCO) – rientro a Brasov per la notte.  Tutti paesi nei dintorni di Brasov: 40 min – 1 h di auto.

Vuoi non visitare il castello di Dracula in Transilvania?

Castello di Bran, Transilvania

Quindi, sveglia di buon ora per evitare la folla di turisti, biglietti acquistati precedentemente online per non fare la fila in biglietteria e si parte per il Castello di Bran! Visto da fuori è davvero magnifico: è molto scenografico. Ma dentro… ci ha lasciato a tutte e cinque l’amaro in bocca. Interni spogli ed interamente ricostruiti. Tanta, tantissima gente. Una trappola per turisti? Forse sì. Ma, come detto prima, non può non essere visto: dopotutto siamo nella terra famosa per i vampiri!

Castello di Bran, Tansilvania

Vi lascio il link per poter acquistare i biglietti online: Bran Castle.

Da Bran, siamo tornate indietro per qualche chilometro verso Brasov, fermandoci alla Fortezza di Râsnov. La fortezza, vista da fuori, è molto carina. Gli interni non li abbiamo visitati per mancanza di tempo. Per raggiungere la fortezza bisogna fare una breve passeggiata in mezzo al bosco: con i colori autunnali, devo dire che è stato davvero suggestivo!

Transilvania

Dopo pranzo, ci siamo dirette nelle Chiese Fortificate – patrimonio UNESCO – di Harman e Prejmer. Entrambe sono fortezze sassoni, innalzate per proteggere la popolazione delle invasioni dei Turchi. Sono molto caratteristiche, meritano la visita!

Harman, Transilvania

5 giorno: da Brasov al Castello di Peles a Sinaia, ritorno all’aeroporto di Bucarest per il rientro a casa nel tardo pomeriggio.   Da Brasov a Peles, circa 1 ora – da Peles all’aeroporto circa 1 ora e 30 min.

In questa ultima mezza giornata di viaggio, ci siamo fermate al Castello di Peles, a Sinaia, sulla strada di ritorno verso Bucarest. Il castello è davvero stupendo, bellissimo fuori, ma soprattutto dentro! Situato nei Carpazi, in una zona di montagna molto turistica per i rumeni, il castello in stile neo-rinascimentale tedesco, merita una visita.

Attenzione però a queste cose:

  1. in biglietteria non accettano bancomat, quindi portate con voi i contanti. Fortunatamente vicino al castello c’è un pos dove è possibile prelevare;
  2. non so dirvi se la situazione sia la medesima tutti i giorni, ma la domenica c’è davvero tanta, tantissima gente. Dopo aver fatto i biglietti, abbiamo fatto circa 2 ore di fila per entrare nel castello. La visita è guidata e non si può entrare autonomamente. Le visite in inglese non sono frequenti quanto quelle in lingua rumena, gli stranieri inoltre non possono accedere con i gruppi rumeni… quindi armatevi di tanta pazienza!
  3. Se avete intenzione di pranzare nei dintorni del castello, lasciate perdere. Tutti i ristoranti ci hanno mandate via dicendo di avere i tavoli prenotati… come per la visita guidata, i cittadini rumeni hanno priorità e li fanno passare davanti a noi stranieri. Non so dirvi il motivo di questa scelta, se per discriminazione o altro. Ma meglio riderci sopra, a parte questa piccola disavventura (tra l’altro in 5 giorni è l’unico posto dove ci è successo), questo paese è davvero bello!
Castello di Peles, Transilvania

Spero questo itinerario possa tornarvi utile, se prendete spunto mi piacerebbe sapere le vostre opinioni in merito!

Presto pubblicherò un nuovo articolo su come organizzare questo viaggio on the road, dai consigli sul noleggio auto, ai ristoranti.. quindi rimanete sintonizzati!

Buon viaggio,Linda

Pubblicato da

Tra le nuvole è come mi sento quando viaggio. Tra le nuvole è l’aereo che mi porta in posti nuovi. Tra le nuvole sono io, quando mi dimentico (spesso) le cose; è emozione, felicità, passione.

2 pensieri riguardo “Tranilvania on the road: itinerario di 5 giorni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.